Quali sono i benefici della dieta vegana?
0

La dieta vegana è sicuramente uno dei regimi alimentari più al centro dell’attenzione degli ultimi decenni. I benefici della dieta vegana ormai sono noti in campo medico e scientifico, così come milioni di persone conducono ogni giorno una vita in piena salute senza alimenti di origine animale.

Sana e felice: i vantaggi dell’alimentazione vegan

Numerosi studi scientifici hanno evidenziato come una salutare dieta vegana offra dei considerevoli vantaggi se comparata a quelle contenenti carne e altri alimenti di origine animale. I benefici derivano principalmente da un consumo minore di grassi saturi, colesterolo e proteine animali, così come da un’assunzione maggiore di carboidrati complessi, fibre dietetiche, magnesio, acido folico, vitamina C e E, carotenoidi e altri composti fitochimici.

Tuttavia, in alcuni settori dell’opinione pubblica prevale ancora la falsa convinzione che la dieta vegana non sia adatta all’uomo e che, in virtù dell’esclusione della carne e dei prodotti di derivazione animale, sia carente di numerosi nutrienti, come proteine, ferro, zinco, calcio, vitamina B12 e A. In altre parole, c’è chi sostiene che la dieta vegana non sia sostenibile per l’organismo umano, che i vantaggi siano minori degli svantaggi, che si tratti soltanto di una moda passeggera e che i vegani siano infelici e privi di energie. Ma allora come mai esistono milioni di vegani al mondo in perfetta salute e sempre più persone decidono di sposare questo regime alimentare?

La risposta è semplice. Le carenze nutrizionali nella scelta vegana in realtà emergono soltanto per una ragione che non è dissimile da altre problematiche che possono verificarsi anche in diete onnivore o vegetariane, ovvero da una scarsa pianificazione alimentare. La corretta assunzione di tutti i nutrienti necessari per una vita sana, anche attraverso l’assunzione di integratori vegan studiati appositamente, è il primo passo per poter abbracciare con intelligenza questa scelta etica e di benessere.

I cinque benefici fondamentali che è possibile attribuire alla dieta vegana sono sicuramente i seguenti:
– Migliori condizioni di salute;
– Meno stress;
– Ridotte possibilità di intossicazione alimentare;
– Ridotto impatto ambientale;
– Nessuna sofferenza animale;

I vantaggi della dieta vegana per l’uomo

Per chi è adatta l’alimentazione vegan?

Una dieta vegana ben bilanciata è sostenibile in qualunque stadio della vita, inclusa l’infanzia, l’adolescenza, la gravidanza, l’allattamento, negli anziani e negli atleti professionisti. In molti casi, le diete vegane aiutano nella prevenzione e nel trattamento di alcune patologie particolarmente diffuse nelle società contemporanee, come disturbi cardiovascolari, ipertensione, diabete, cancro, osteoporosi, malattie renali e artriti.

Una nutrizione completamente vegetale infatti fornisce al nostro corpo una maggiore quantità di fibre, antiossidanti e vitamine, che, se assunte nelle giuste proporzioni, ci aiutano a combattere il senso di affaticamento, i radicali liberi e lo stress.

Come riportato da uno studio dell’Istituto Nazionale di Salute degli Stati Uniti, infatti, bastano due settimane di dieta vegan per registrare una riduzione significativa nei livelli di stress dell’individuo. Questo miglioramento sembra essere riconducibile all’assenza nell’alimentazione vegan dell’acido arachidonico, presente invece nella carne e nel latte vaccino, responsabile di infiammazioni cerebrali e dell’insorgere di depressione, ansietà e stress. In altre parole, è stato dimostrato che chi adotta la scelta vegan diventa anche più felice!

Non sono da trascurare, inoltre, anche gli effetti positivi riscontrabili sulla qualità del sonno e sul peso corporeo.

La dieta vegana ci protegge (quasi sempre) dall’intossicazione alimentare

La dieta vegana è una difesa automatica contro le malattie batteriche che possono derivare dalle cattive modalità di allevamento, macellazione e conservazione delle carni, provenienti sia da specie terresti che marine. I prodotti provenienti da allevamenti intesivi possono oltretutto essere contaminati da batteri, antibiotici e tossine. Senza dimenticare il largo impiego degli ormoni con cui vengono allevati gli animali.

Chi assume alimenti di origine animale non farà altro che accumulare nel corpo questi elementi dannosi, che nel corso degli anni potrebbero provocare una più elevata resistenza agli antibiotici, danni al metabolismo, infiammazioni e tumori.

Coloro che vogliono adottare un regime alimentare vegan devono in ogni caso fare attenzione alla provenienza e alla qualità delle materie prime, per evitare di assumere prodotti trattati con insetticidi e pesticidi spesso proibiti dall’Unione Europea. Per questo noi di Naturveg acquistiamo le materie prime per i nostri integratori soltanto da fornitori italiani ed europei in possesso di tutte le certificazioni necessarie.

Le ragioni dietro una dieta vegan, in ogni caso, non si riducono solo ad una questione di salute generale dell’individuo, ma comprendono altri aspetti economici, ecologici e sociali. Se valutata da tutte queste sfumature, la scelta vegan è senza dubbio la dieta più adatta per uno stile di vita sostenibile per sé e per gli altri.

Benefici della dieta vegana per l’ambiente e gli animali

La seconda critica più comune, dopo quella delle carenze nutrizionali, avanzata alla dieta vegana è quello di non prendere in considerazione gli ettari di terreno impiegati in agricoltura per la produzione dei legumi, in particolare della soia. Eppure basta prendere un dato molto semplice per poter smontare questa posizione e dimostrare che la dieta vegan è la più sostenibile anche dal punto di vista ecologico.

Dai dati della FAO si stima che ogni anno vengano macellati più di 60 miliardi di animali dall’industria alimentare, dei quali più di 7,5 miliardi nella sola Unione Europea. Da queste statistiche vengono esclusi anche l’incredibile cifra di pesci e altre specie acquatiche che sono pescati o allevati ogni anno.

Il numero degli animali uccisi ogni anno cresce a ritmi sempre più vertiginosi, complice la costante crescita nella popolazione mondiale. Non è un caso che i media parlino sempre più spesso della necessità di iniziare anche nel mondo occidentale a nutrirsi di insetti. Come se non vi fosse alternativa al consumo di altri esseri viventi.

Far crescere decine di miliardi di animali ogni anno richiede l’impiego di una mole sorprendente di risorse naturali, che comprende un devastante consumo sia di suolo, per la produzione del foraggio per il bestiame, che delle riserve idriche. Come riportato anche dal The Guardian, per produrre un kg di carne di manzo sono necessari infatti più di 15mila litri d’acqua, ovvero quasi 8 volte di più dell’acqua necessaria per produrre un kg di riso. Tutto questo mentre quasi un miliardo di persone ha a difficoltà ad avere accesso all’acqua potabile.

Conclusioni

I benefici di uno stile di vita vegan, come abbiamo visto, non si esauriscono soltanto nella sfera della salute personale, ma hanno ricadute positive sull’ambiente che ci circonda e su tutti gli esseri viventi.

L’importante è sposare un vegan lifestyle che preveda l’assunzione di tutti i nutrienti necessari e della giusta quantità di proteine per poter affrontare con la giusta carica le sfide di ogni giorno.

Magari scegliendo come alleato degli integratori proteici vegan, senza additivi chimici, conservanti, OGM e dolcificanti, ottenuti da materie prime di altissima qualità: piselli, riso, frumento, avena, canapa, lupino, spirulina. Scegliendo i prodotti a marchio Naturveg, avrai la garanzia di scegliere un’azienda etica, Made in Italy e naturalmente 100% Vegan.

Scopri di più sulla nostra filosofia: clicca qui.

 

 

Lascia un Commento

0

TOP

X