Vitamine Gruppo B: dove trovarle e come assumerle
0

Nel 1912 lo scienziato polacco Kazimierz Funk introdusse per la prima volta il termine “vitamine” e proprio al suo lavoro di ricerca spetta la scoperta delle vitamine del gruppo B. All’inizio si pensava ne esistesse soltanto una. Solo in seguito venne notato che dietro questa categoria fossero presenti in realtà un intero gruppo di sostanze con compiti precisi e di primaria importanza per l’organismo.

Quali sono le principali funzioni delle vitamine del gruppo B?

• Normalizzano il lavoro del sistema nervoso e cardiovascolare;
• Migliorano il funzionamento dell’intestino e dello strato epidermico;
• Aiutano l’umore combattendo lo stress e la depressione;
• Partecipano al nutrimento delle cellule, della produzione di energia e nel lavoro dei muscoli;
• Rafforzano il sistema immunitario e aiutano a combattere diverse malattie.

Ogni vitamina del gruppo B possiede non soltanto un numero, ma anche un nome e un significato
diverso: parliamo delle vitamine B1, B2, B3, B5, B6, B7, B9, B12. Questi nutrienti
essenziali svolgono un ruolo centrale nella produzione di energia, consentendo al nostro corpo di
trasformare ciò di cui ci nutriamo in energia da sfruttare nel corso della giornata.

Per via dell’importante lavoro svolto dalle Vitamine del gruppo B sul sistema nervoso e centrale, uno dei primi sintomi di carenza di queste vitamine è rappresentato da un forte senso di stanchezza, irritabilità, insonnia, depressione, debolezza, peggioramento della memoria e dell’attenzione. Se all’improvviso i vostri capelli hanno iniziato a cadere o le vostre unghie si spezzano con estrema facilità, allora è probabile che si tratti proprio di mancanza di Vitamine del gruppo B.

Vitamine Gruppo B

Dove si trovano le Vitamine del gruppo B

Nonostante le vitamine del gruppo B sono rinvenibili in numerosi alimenti, a causa della loro composizione acquosa, sono estremamente delicate. Vengono distrutte facilmente in particolare durante il processo di cottura o dall’assunzione di alcolici. La lavorazione del cibo può anche contribuire a ridurre la quantità di vitamine del gruppo B nel cibo, rendendo la farina bianca, il pane e il riso meno nutrienti della loro controparte integrale.

Il corpo ha una capacità ridotta di immagazzinare gran parte delle vitamine del gruppo B (ad eccezione della B12 e dei folati, i quali vengono immagazzinati nel fegato). Per questo, una persona con una dieta estremamente povera e non variegata potrebbe ritrovarsi nel giro di un paio di mesi a riscontrare una carenza di Vitamine del gruppo B. L’unica soluzione è pertanto assumere un’adeguata quantità di queste vitamine regolarmente come parte di una dieta ben bilanciata e nutriente.

Le Otto Vitamine del gruppo B

Esistono otto tipi di Vitamina B:

• Tiamina (B1)
• Riboflavina (B2)
• Niacina (B3)
• Acido pantotetico (B5)
• Piridossina (B6)
• Biotina (B7)
• Acido Folico (B8)
• Cobalamina (B12)

Tiamina (Vitamina B1)

Vitamine Gruppo B integratore

La tiamina (Vitamina B1) si trova principalmente: Grani integrali, arachidi, semi, fagioli, spinaci, verza, germe di grano e nei nostri integratori Gorilla Sport, Gorilla Slim e Gorilla Pink.

La Tiamina fu la prima vitamina ad essere scoperta e svolge un ruolo positivo nel lavoro del sistema nervoso e centrale. La Vitamina B1 contribuisce anche alle funzioni dell’acetilcolina, neurotrasmettitore coinvolto nei processi del ricordo, nella salute del muscolo cardiaco e degli organi del tratto intestinali. Praticamente in tutti i processi in cui si verifica uno scambio di energia è coinvolta la tiamina: scambio lipidico, scambio proteico, assimilazione degli amminoacidi, etc. Senza questa vitamina, in altre parole, non avremmo energia a sufficienza.

Oltretutto, la Vitamina B1 prende parte anche al processo di trasmissione delle informazioni genetiche nel processo di divisione cellulare.

Cosa provoca la carenza di tiamina (Vitamina B1)

La carenza di tiamina è comune soprattutto nei paesi dove l’alimento base è il riso bianco. Nei paesi occidentali solitamente si verifica in caso di abuso di alcool o di una dieta estremamente povera. I sintomi riconducibili a carenza di tiamina (Vitamina B1) includono irritabilità, confusione, difficoltà a coordinare gli arti, apatia, fatica e debolezza muscolare.

Tra le malattie principali ricordiamo:

• Beriberi secco e umido: causata dalla carenza di tiamina (Vitamina B1), questa patologia coinvolge il sistema cardiovascolare, gastrointestinale, muscolare e nervoso. Un paziente affetto da beriberi “secco” vede colpito principalmente il sistema nervoso. In questo caso, il senso di affaticamento è accompagnato da perdite di memoria e dolori agli arti. I sintomi del beriberi “umido” sono invece correlati al sistema cardiovascolare, tra i principali: infarto, dilatazione cardiaca e rilassamenti arteriosi.

• La sindrome Wernicke-Korsakoff: malattia causata dalla carenza di tiamina Vitamina B1) correlata all’abuso di alcool e a una dieta estremamente povera. L’alcool riduce l’assorbimento della tiamina nello stomaco e favorisce la sua espulsione dai reni. Tra i sintomi principali: movimento involontario dei bulbi oculari, paralisi del muscolo oculare e confusione mentale.

Riboflavina (Vitamina B2)

La Riboflavina (Vitamina B2) si trova principalmente: Mandorle, pane integrale, vegetali a foglia verde, lievito, riso indiano, latte, yogurt, uova, cavoletti di brussels, spinaci, semi di soia e nei nostri integratori Gorilla Sport, BCAA STACK, Gorilla Slim e Gorilla Pink.

Vitamine Gruppo B riso

La Riboflavina (Vitamina B2) svolge il ruolo di antiossidante e aiuta a combattere i radicali liberi, ovvero quelle particelle presenti nel nostro corpo che danneggiano le cellule. Aiuta inoltre a prevenire l’invecchiamento e lo sviluppo di malattie cardiache. La riboflavina si rivela anche importante nella produzione dei globuli rossi, in quanto supporta il trasporto dell’ossigeno nel corpo.

Cosa provoca la carenza di Riboflavina (Vitamina B2)

La carenza di riboflavina provoca l’ariboflavinosi, ovvero una malattia rara che si manifesta anche con la carenza di altre vitamine del gruppo B. Le persone a rischio sono coloro che soffrono di particolari malattie intestinali o non seguono un alimentazione corretta. I sintomi comprendono infiammazioni, lesioni e rossore alla lingua e agli angoli della bocca, ansietà, palplebre infiammate, sensibilità alla luce, caduta di capelli, occhi arrossati e rash cutanei.

Vitamine Gruppo B proteine vegetali

Niacina (Vitamina B3)

La Niacina (Vitamina B3) si trova principalmente:  Lievito, cereali, fagioli, verdure a foglia verde e nei nostri integratori Gorilla Sport e Gorilla Slim

La Niacina (Vitamina B3) è fondamentale per la conversione nell’organismo dei carboidrati, del grasso e dell’alcool in energia. Questa vitamina aiuta a mantenere la pelle in salute, supportando il sistema nervoso e l’apparato digestivo. A differenza di altre vitamine del gruppo B, la niacina (Vitamina B3) è piuttosto stabile e si perde solo in parte durante la cottura.

Un’assunzione eccessiva di vitamina B3 potrebbe causare tuttavia problemi al sistema nervoso, nausea e danni al fegato.

Cosa provoca la carenza di Niacina (Vitamina B3)

La carenza di Niacina (Vitamina B3) provoca la pellagra, malattia che colpisce soprattutto coloro che abusano di alcolici o seguono una dieta a base di mais. Altre cause sono legate a problemi di digestione che impediscono all’organismo di assorbire sufficiente Vitamina B3. I sintomi principali della pellagra ricadono sotto le tre D: demenza, diarrea e dermatite. Altri sintomi includono irritabilità, perdita dell’appetito, confusione mentale, debolezza, vertigini, lingua infiammata e gonfia. Se non trattata, questa malattia può condurre al decesso.

Acido Pantotenico (Vitamina B5)

L’Acido Pantotenico (Vitamina B5) si trova principalmente: Avocado, yogurt, arachidi, legumi e cereali integrali

Vitamine Gruppo B proteine vegan

Come suggerisce l’etimologia della parola stessa, dal greco pantothen – “proveniente da tutto”, l’acido pantotenico (vitamina B5) si trova in misura diversa in quasi ogni alimento. Tra le sue funzioni rientrano la conversione di grasso e carboidrati in energia, e la produzione di ormoni legati alla sessualità e allo stress, incluso il testosterone.

Per via della sua presenza in molti alimenti, la carenza di Acido Pantotenico è estremamente rara. I sintomi principali includono perdita di appetito, stress intestinale, costipazione, insonnia e fatica.

Piridossina (Vitamina B6)

La Piridossina (Vitamina B6) si trova principalmente: Lenticchie, semi di girasole, riso integrale, carote, e nei nostri integratori Gorilla Sport, BCAA STACK, Gorilla Slim e Gorilla Pink

Insieme alla Vitamina B12 e B9, la piridossina (Vitamina B6) aiuta a regolare l’omocisteina, aminoacido associata al benessere del cuore. Questa vitamina svolge un ruolo fondamentale anche per i ritmi del sonno, in quanto contribuisce a produrre nell’organismo la serotonina, la melatonina e la noradrenalina.

Vitamine Gruppo B aminoacidi

La piridossina aiuta ad assimilare le proteine e i carboidrati, supporta la formazione dei globuli rossi e alcuni processi chimici neuronali, influenzando lo sviluppo del cervello, il sistema immunitario e l’attività degli ormoni steroidei.

Un’assunzione eccessiva di piridossina può causare danni al sistema nervoso e problemi di deambulazione.

Cosa provoca la carenza di Piridossina (Vitamina B6)

Chi abusa di alcool, le donne, le persone anziane e chi soffre di problemi alla tiroide sono le
categorie più a rischio di carenza di piridossina (Vitamina B6). I sintomi includono insonnia,
depressione, anemia, lingua gonfia, irritabilità, convulsioni, dermatiti e stati confusionali.

Biotina (Vitamina B7)

La Biotina (Vitamina B7) si trova principalmente: orzo, lievito, patate, cavolfiore e nocciole

Soprannominata “vitamina della salute” per via della sua importanza per il benessere dei capelli, della pelle e delle unghie, la Biotina (Vitamina B7) è ritenuta in grado di diminuire il glucosio nel sangue e di contribuire alla normale crescita del bambino durante la gravidanza.

Vitamine Gruppo B integratori naturali

La Biotina (Vitamina B7) è necessaria per il metabolismo energetico, alla sintesi dei grassi, al metabolismo degli aminoacidi e alla sintesi del glicogeno. Tuttavia, un’elevata assunzione di biotina può contribuire ad aumentare i livelli di colesterolo nel sangue.

Cosa provoca la carenza di Biotina (Vitamina B7)

La carenza di biotina (Vitamina B7) è un fenomeno molto raro, in quanto è ampiamente presente in molti alimenti e l’organismo non necessita di grosse quantità. Il consumo a crudo del bianco d’uovo prolungato per un lungo periodo di tempo, come praticato per esempio da alcuni bodybuilder, può causare la carenza Vitamina B7 dal momento che nel bianco dell’uovo è presente una proteina che inibisce l’assorbimento di biotina. Tra i sintomi più frequenti rientrano colorito pallido della pelle, lingua screpolata e indolenzita, depressione, allucinazioni, perdita di appetito, nausea, perdita dei capelli, dolori muscolari, fatica e debolezza.

Acido Folico (Vitamina B9)

L’acido folico (Vitamina B9) si trova principalmente: verdure a foglia scura, asparagi,arbabietola, radici e fagioli

Ricerche scientifiche hanno dimostrato come i folati aiutino a tenere sotto controllo la depressione e a prevenire perdite di memoria. Questa vitamina è molto importante anche per le donne durante la gravidanza in quanto supporta la crescita del bambino e a prevenire difetti neurologici nel nascituro.

Durante la gravidanza, infatti, per prevenire il rischio di spina bifida viene spesso consigliata l’assunzione di integratori di Vitamina B9.

Un’assunzione eccessiva di acido folico (Vitamina B9), anche se considerata non tossica, può causare due categorie di problemi. Da un lato, l’eccesso di folati può comportare irritabilità, inquetudine e disfunzioni intestinali. Dall’altro, concorre nel mascherare una possibile carenza di Vitamina B12. Pertanto viene sempre suggerito di non assumerne più del dovuto.

Cosa provoca la carenza di Acido Folico (Vitamina B9)

La carenza di folati provoca perdita di peso, stanchezza, debolezza, anemia e, durante la gravidanza,
il rischio di problemi vertebrali per il nascituro.

Cianocobalamina (Vitamina B12)

La cianocobalamina (Vitamina B12) si trova principalmente: alimenti di origine animale e nel nostro integratore Gorilla Slim

La Vitamina B12 ricopre un ruolo di primo piano nel gruppo delle Vitamine del Gruppo B per via delle sue importanti funzioni: contribuisce a produrre e difendere la mielina intorno alle cellule nervose, aiuta le capacità cognitive, la formazione cellulare dei globuli rossi e a trasformare in energia alcune categorie di acidi e aminoacidi.

Cosa provoca la carenza di Cianocobalamina (Vitamina B12)

Si riscontrano carenze di Vitamine B12 soprattutto nelle persone anziane, nei vegani e nei neonati nutriti da madre vegana. I sintomi includono stanchezza, mancanza di appetito, perdita di peso, palpitazioni, perdita della vista, problemi mentali, depressione e perdita di memoria.

Per conoscere di più sulla Vitamina B12, consulta l’articolo dedicato a questa vitamina.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo non sarà pubblicato

0

TOP

X